Feed su
Contributi
Commenti

Pasta Fritta e Ceci (Emanuele di Puglia)

28 novembre 2010 da sisco

  • Tempo:  1 ora utilizzando i ceci cotti e la pasta di pane già lievita
  • Difficoltà: media
  • Occasione: familiare e festiva
  • Persone: 4
  • Stagione: inverno

Ingredienti
400 g ceci già cotti (il peso si riferisce a ceci sgocciolati ma teniamo il liquido)
250 g pasta lievita
olio per friggere
2 pomodori maturi o 150 g di pomodoro passato
cipolla uno spicchio, porro
50 cl vino bianco
1 cucchiaino di brodo vegetale in polvere (se piace)
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
sale q.b., peperoncino

 

Preparazione
Far soffriggere in 2 cucchiai d’olio il porro o la cipolla tagliati in piccoli pezzi (io utilizzo un misto di entrambi), quando il soffritto inizia ad assumere un colore dorato toglierlo dal fuoco e aggiungere i pomodori spellati e tagliati in piccoli pezzi (o la passata di pomodoro).  Aggiungere un pizzico di sale e rimettere sul fornello,  far cuocere fino a far addensare un pò la salsa. Dato che la preparazione è più indicata per l’inverno io di solito utilizzo pomodori congelati interi: si immergono in acqua calda per 3-4 minuti, si toglie la pelle con molta facilità e si tagliano meglio se ancora un pò congelati. Intanto si divide la pasta del pane in  pezzi grandi come un’arancia che poi stendono con il mattarello in modo un pò grossolano, diciamo non più alti di 1 cm non meno di 1/2. Si tagliano quindi delle piccole  strisce, lunghe circa 5 cm e larghe 1 cm, si infarina un canovaccio e ci si appoggiano ben stesi i pezzi di pasta ottenuti. Io ho utilizzato la macchinetta a mano per stendere la pasta ho tagliato la pasta con la lama delle fettuccine e poi le ho divise in pezzi, risultato buono. In una padella o nella friggitrice si fa scaldare olio e si frigge la metà dei pezzi di pasta per due minuti: appena dorati si scolano. Si schiacciano con la forchetta due cucchiai di ceci e si lasciano da parte.  In una pentola si mette la salsa di pomodoro, si aggiungono i ceci con il loro liquido, il vino,  il sale q.b. e volendo si aggiunge anche il brodo vegetale. Si porta a ebollizione ci si aggiungono i ceci tritati e si fa cuocere per un quarto d’ora. Si aggiungono i maltagliati di pasta rimasti e si fanno cuocere. Il tempo di cottura della pasta dipende dalle dimensioni: direi 5 minuti ma conviene l’assaggio per essere sicuri della cottura.
Quando la pasta è cotta si aggiunge peperoncino a piacere e un filo d’olio d’oliva.

Presentazione
Quando la pasta è cotta si serve la minestra nei piatti e sopra ci si aggiunge una manciata di pasta fritta. La rimanente pasta fritta si porta in tavola e ognuno la aggiunge a piacere.
Questa preparazione è un pò elaborata ma ripaga del lavoro fatto:è’ un’alternativa sfiziosa alla classica pasta e ceci, il contrasto della pasta “lessa” con la fritta croccante è molto piacevole, e inoltre si può considerare un piatto unico.
La pasta lievita si può prendere già pronta e se avanza della pasta consiglio di fare più maltagliati fritti che, se non finiscono con la pasta e ceci sono ottimi con un pò di sale per aperitivo.

Lascia una risposta