Feed su
Contributi
Commenti

Vellutata di Zucca

25 marzo 2012 da sisco

cucinio:  concerto per sbucciapatate, l’attrezzo con lametta per pelare le patate fa il suo tipico rumore: swish swish;  il mio tintinna anche quando qualche gesto un po’ più veloce fa oscillare la lametta. E allora si può usare come un tamburello: sottofondo musicale e… tolgo la buccia seguendo il  ritmo e così  pelare patate non è più una punizione!

Dedicato a Marina amante delle zuppe e dei passati di verdura. Ieri mi ha fatto notare che la ricetta della vellutata di zucca non è ancora presente su cucinio. La inserisco subito così può prepararla e proporla agli amici francesi.

  • Tempo: 2 ore circa
  • Difficoltà: facile
  • Occasione: tutte
  • Persone: circa 10
  • Stagione: tutte
vellutata di zucca 
Ingredienti
1 Kg zucca gialla
30 g cipolla rossa
40 g porro
400 g patate gialle (2-3 patate medie)
30-40 ml vino bianco secco
1 cucchiaino raso di brodo di verdure granulare
sale q.b
4 cucchiai olio di oliva extra vergine
3 foglie di salvia
 


Preparazione
Per questa preparazione preferisco la zucca gialla “mammouth” (tipo halloween per intenderci). E’ tonda, color arancione, schiacciata ai poli, con costole molto marcate e la polpa colore giallo-arancio.
Tagliare la zucca in spicchi e poi in pezzi abbastanza grossi (5×5 cm); togliere la buccia esterna con un coltello ben affilato, poggiandosi su un tagliere. Lavare i pezzi di zucca e metterli a scolare.
Preparare anche le patate sbucciate, lavate e tagliate in pezzi.
Utilizzare un tegame a bordi alti (da circa 2-3 litri), versare l’olio nel tegame e preparare un soffritto con porro e cipolla tagliati in piccoli pezzi. Far soffriggere a fuoco lento e appena le verdure appassiscono aggiungere il vino bianco e alzare il fuoco per farlo sfumare. Staccare bene i residui dal fondo del tegame, con un mestolo di legno, e quando il vino evapora un po’ togliere il tegame dal fuoco. Mettere nel tegame i pezzi di zucca e le patate e aggiungere acqua, circa 1 litro, non deve coprire completamente i pezzi di zucca. Condire con il brodo granulare. Coprire la pentola, mettere su fuoco medio e lasciare stufare per circa un’ora. Controllare ogni tanto che non si asciughi troppo ed eventualmente aggiungere altra acqua calda. Schiacciare la zucca con una forchetta, quando si disfa molto facilmente è cotta. Lasciare raffreddare e frullare. Preferisco il frullatore a bicchiere, viene più vellutata, ma anche quello a immersione può andare bene. Assaggiare la crema di zucca ed eventualmente aggiustare di sale.
Mi piace aromatizzare il passato con foglie di salvia, le aggiungo nel bicchiere del frullatore.
Di solito con queste dosi viene una vellutata di giusta consistenza: abbastanza densa. Ovviamente se piace più densa, si fa asciugare sul fornello a fuoco medio sempre mescolando perché si attacca facilmente.

Presentazione
Versare la vellutata in piatti fondi o ciotole, condire con un filo d’olio e volendo servire insieme qualche crostino di pane. Nella foto è guarnita con semi di zucca.
Si può anche servire con aggiunta di pasta piccola da minestra. Consiglio di cuocere la pastina in acqua salata e scolare la pasta 1 o 2 minuti prima del tempo di cottura. Rimettere la pasta nella pentola e  aggiungere la passata di zucca (calda) e finire la cottura mescolando.

Si può congelare la passata con risultati ottimi: mantiene consistenza e sapore.  


Una replica a “Vellutata di Zucca”

  1. Mary scrive:

    Fatta! Una grattata di noce moscata da un tocco in più ;)

Lascia una risposta