Feed su
Contributi
Commenti

Vellutata di Topinambur

8 Marzo 2020 da

cucinio: silenzio vellutato

  • Tempo: 1 ora circa
  • Difficoltà: facile
  • Occasione: tutte
  • Persone: 4-6
  • Stagione: inverno

Ingredienti
500 g  topinambur
20 g porro o cipolla rossa
30 ml vino bianco
80 g patate gialle (1 patata media)
3 g di brodo vegetale granulare (½ cucchiaino)
sale q.b
50 g (circa 3 cucchiai) olio di oliva extra vergine

Preparazione
Sbucciare i topinambur e lavarli,  tagliarli in  pezzi (più sono piccoli e più è rapida la cottura).
Preparare anche le patate sbucciate, lavate e tagliate in pezzi.
Utilizzare un tegame a bordi alti (da circa 2 litri), versare l’olio nel tegame e preparare un soffritto con porro tagliato in piccoli pezzi (preferisco il porro, mi sembra che abbia un sapore più delicato ma volendo si può utilizzare la cipolla). Far soffriggere a fuoco lento, appena il porro appassisce aggiungere il vino bianco e alzare il fuoco per farlo sfumare. Staccare bene i residui dal fondo del tegame, con un mestolo di legno, e quando il vino evapora togliere il tegame dal fuoco.

In alternativa si può eliminare il soffritto e aggiungere il porro in pezzi alle altre verdure. Aggiungere i pezzi di topinambur e patate e versare acqua, circa 1/2 litro,  deve appena coprire le verdure. Condire con il brodo granulare e il sale (non troppo conviene aggiungerlo eventualmente dopo). Coprire la pentola, mettere su fuoco medio e lasciare stufare per circa mezz’ora. Controllare ogni tanto che non si asciughi troppo ed eventualmente aggiungere altra acqua calda. Sondare la cottura con una forchetta: quando tutte le verdure sono morbide togliere dal fuoco, lasciare raffreddare e frullare. Preferisco il frullatore a bicchiere, viene più vellutata, ma anche quello a immersione può andare bene. Assaggiare la crema ed eventualmente aggiustare di sale.

Di solito con queste dosi viene una vellutata di giusta consistenza: abbastanza densa. Ovviamente se piace più densa, si fa asciugare sul fornello a fuoco medio sempre mescolando perché si attacca facilmente.

Presentazione
Versare la vellutata in piatti fondi o ciotole, condire con un filo d’olio e aggiungere volendo crostini di pane o per una variante un po’ originale aggiungere cioccolata fondente grattugiata e una piccola scaglia di parmigiano.

 

 

Lascia una risposta